Vai a…

Francesca Piana

Viaggi e fatti di cultura

RSS Feed

ottobre 20, 2018

Arte

Frida Kahlo oltre il mito

Frida Kahlo a Città del Messico

Andate a Città del Messico per capire Frida Kahlo. Con qualche precauzione potete girare la megalopoli e scoprire la passione per l’arte, la creatività, l’umorismo a tratti spiazzante dei messicani, il numero straordinario di librerie, gallerie d’arte e musei, il senso del tempo tanto diverso dal nostro. Ebbe a dire Frida, ed è ancora attuale:

Savona, fortezza del Priamar

Savona, la bell’addormentata

Se andate a Savona, andateci nel fine settimana, altrimenti troverete i luoghi più interessanti da visitare rigorosamente chiusi, a eccezione di qualche ora mattutina o delle aperture straordinarie nei giorni di approdo delle navi da crociera. La città, che ha dato i natali a personaggi illustri quali papa Giulio II, mecenate tra altri di Michelangelo

Siracusa

Che romantica Siracusa a Natale!

Cara, questo Natale ti va di cambiare? Andare vicino per andare lontano? Dimenticare le code in autostrada per il Brennero, l’overbooking in aeroporto, le Maldive sovraffollate? Che ne diresti di dormire dove si davano appuntamento dei e ninfe, Apollo, Atena, Aretusa, Alfeo, intrecciando amori? Pranzare come Dio comanda tra i vicoli arabi di quella che

Mural, Milano Hangar Bicocca

Arte pubblica, arte di strada: street art

  Chi non conosce Bansky? Chiunque si sia imbattuto in un Millennial, sarà stato introdotto a uno degli artisti di strada più celebri del mondo. Un mito, un mistero almeno fino a poco tempo fa dato che nessuno ne conosceva l’identità, che ora, forse, è stata svelata. Nessuno lo aveva mai visto in faccia, ma

Milano, mostra Zona

Immaginatevi la mostra che non c’è

Immaginatevi di vedere una mostra molto interessante con una quarantina di opere di artisti contemporanei, per la precisione 41. Immaginatevi che sotto a ogni opera, oltre al nome dell’artista e al titolo del lavoro, ci sia un verso poetico. Immaginatevi che a 41 artisti sia stato chiesto di scegliere un verso della poesia di Guillaume

Canaletto a Venezia

Canaletto a Venezia

Vedute indimenticabili del ponte di Rialto, di piazza S. Marco, di Palazzo Ducale, della chiesa dei Santi Giovanni e Paolo oltre a quelle, straordinarie, del Canal Grande con scorci da S. Chiara fino a S. Maria della Salute: ecco alcuni dei luoghi raffigurati da Canaletto, e amati dai suoi contemporanei, che si apprezzano nel film

Arsenale, Venezia

A Venezia con i bambini per le vie dell’arte

L’Arsenale, Venezia © Francesca Piana Sapete come si chiamano le piazze a Venezia, bambini? A parte piazza S. Marco, tutti gli altri sono campi perché erano coperti di erba, campielli se sono piccoli. E le vie? Calli, che deriva dal latino callis, i canali si chiamano rii, rio al singolare (tranne quelli più grandi), mentre

Post più vecchi›› ‹‹Post più recenti