Vai a…

Francesca Piana

Viaggi e fatti di cultura

RSS Feed

Agosto 19, 2019

Arte

Memoriale Veneto Grande Guerra

Dalla Grande Guerra alla grande arte di Canova

  In un territorio profondamente segnato dal primo conflitto mondiale, c’è una novità molto interessante: il MeVe, Memoriale Veneto della Grande Guerra, a Montebelluna, uno spazio multimediale e interattivo che racconta in maniera coinvolgente come la prima guerra mondiale ci ha cambiato la vita. Vengono proposte chiavi di lettura diverse per interpretare il presente analizzando

58 Biennale di Arte di Venezia

58 Biennale di Arte di Venezia. Intervista a Voluspa Jarpa

  L’artista cilena Voluspa Jarpa alla 58 Biennale d’Arte di Venezia (in programma fino al 24 novembre) nel Padiglione del Cile presenta l’interessantissimo Altered Views, Miradas alteradas. Analizzando la storia coloniale, che viene solitamente presentata dal punto di vista dei paesi egemoni, l’opera invita a invertire la prospettiva e a mettere in discussione il racconto dei

Gauguin a Tahiti

Gauguin a Tahiti

“Mi affaccio sull’orlo dell’abisso” sono le parole di attacco di Paul Gauguin nel bellissimo film Gauguin a Tahiti. Il paradiso perduto, nelle sale cinematografiche italiane il 25-26-27 (info, biglietti ed elenco delle sale cinematografiche su www.nexodigital.it). Il soggetto è di Matteo Goldin e Matteo Moneta, anche sceneggiatore, la regia di Claudio Poli. Il narratore è

Museo del Novecento

Il Museo del Novecento: nuovi percorsi

Ritornare al Museo del Novecento per vedere le novità, merita. Se poi non ci siete mai andati, il tempio milanese dell’arte del XX secolo, con il grandioso affaccio della Sala Fontana su piazza del Duomo, è assolutamente da non perdere. Novecento: Nuovi Percorsi è il nuovo allestimento del museo appena inaugurato, che aggiunge prospettive e

Mia Martini

Mia Martini, l’artista, la donna

Martedì 12 su Rai 1 in prima serata arriva, come preannunciato, la fiction Io sono mia. Coinvolgente fino alle lacrime, il film di Riccardo Donna, già nelle sale cinematografiche il 14-15 e 16 gennaio, è un racconto emozionante che restituisce l’anima di Mimì Berté, in arte Mia Martini, e racconta la grande umanità della donna

Mural, Milano Hangar Bicocca

Arte pubblica, arte di strada: Street Art

  Chi non conosce Bansky? Chiunque si sia imbattuto in un Millennial, sarà stato introdotto a uno degli artisti di strada più celebri del mondo. Un mito, un mistero almeno fino a poco tempo fa dato che nessuno ne conosceva l’identità, che ora, forse, è stata svelata. Nessuno lo aveva mai visto in faccia, ma

Banksy

L’uomo che rubò Banksy

Il film L’uomo che rubò Banksy di Marco Proserpio, che approda nelle sale cinematografiche italiane solo l’11 e il 12 dicembre (elenco delle sale e biglietti su www.nexodigital.it), è intrigante. Già presentato in anteprima italiana al Torino Film Festival, il film tratta di quando Banksy, uno dei più conosciuti esponenti della Street Art mondiale, nel

Arnaldo Pomodoro

Il Labirinto di Arnaldo Pomodoro

  Pochi lo conoscono anche tra gli appassionati di arte e di Milano. Defilato, accessibile solo in determinate date e solo su prenotazione, è un luogo segreto di grande fascino il Labirinto di Arnaldo Pomodoro, in via Solari 35, negli spazi sotterranei di quella che un tempo era la sede della Fondazione Arnaldo Pomodoro, oggi

Rudolf Nurayev

Rudolf Nurayev, uno spirito libero

“Noi Nurayev non siamo russi, siamo Tartari.” E ancora: “siamo indomiti, impetuosi, ma anche languidi e sensuali.” Ecco nel film Nureyev di Jacqui e David Morris (candidati al British Academy Film Awards), il 29 e il 30 ottobre nelle sale cinematografiche italiane (elenco su www.nexodigital.it), abbozzata l’origine del guerriero della danza dall’intensità animalesca: Rudolf Nurayev,

Post più vecchi››